Ricettario

Ravioli galluresi (li Bruglioni)

RICETTARIO / PRIMI PIATTI

Li Bruglioni sono un piatto tipico gallurese. La particolarità della sfoglia che viene preparata solo con l’utilizzo di semola di grano duro e acqua e del ripieno, composto da ricotta o formaggio, uova, zucchero e scorza di limone.

Gnocchetti galluresi (li Ciusoni)

RICETTARIO / PRIMI PIATTI

Gli gnocchetti o “Li Ciusoni”, vengono preparati con un impasto di farina di semola, acqua e sale. Fatti uno per uno, con un pezzetto d’impasto schiacciato contro una base ruvida.

La mazza frissa

RICETTARIO / PIATTI UNICI

“La mazza frissa” viene preparata principalmente con la panna “lu pizu”, ottenuta dalla scrematura del latte intero e messa sul fuoco all’interno di una pentola. Alla panna vengono aggiunti semola e sale.

La Zuppa Gallurese (Suppa Cuata)

RICETTARIO / PIATTI UNICI

La Zuppa Gallurese o Suppa Cuata, è sicuramente il piatto più conosciuto e celebrato della Gallura. Preparato con fette di pane raffermo di semola di grano duro, alternate a fette di formaggio fresco, formaggio grattugiato.

Pani a fitti

RICETTARIO / PIATTI UNICI

Lu Pani a Fitti è una ricetta tradizionale della cucina povera aggese. Veniva chiamato anche “Piatto dei poveri

La Rivea

RICETTARIO / PIATTI UNICI

La rivea è sicuramente uno dei secondi piatti più conosciuti e celebri della Gallura. Una tradizione antichissima, composta da interiora d’agnello o capretto intrecciate.

Le Formaggelle (Li Casjatini)

RICETTARIO / DOLCI

Le formaggelle, in gallurese li Casjatini e al sud Sardegna conosciute anche con il nome di pardulas de arrescottu (letteralmente formagelle di ricotta), fanno parte dei dolci tradizionali pasquali.

Tulta di Saba

RICETTARIO / DOLCI

La Tulta di Saba è un dolce tipico della tradizione culinaria sarda. A base di un ingrediente tradizionale della nostra terra: la saba, frutta secca e uvetta.

L’Azzuleddi

RICETTARIO / DOLCI

L’Azzuleddi in aggese, sono un tipico dolce preparato nei giorni a ridosso del Carnevale, ma la ricetta è talmente buona, che ci chiediamo perché bisogna per forza aspettare quei giorni!