Il Vermentino di Gallura

Il Vermentino

Nessun altro vitigno bianco si identifica con la Sardegna come il Vermentino.

Se vi state chiedendo qual sia il vino simbolo della Gallura, la risposta è semplice: il Vermentino. Prodotto con vitigni che solo in questo territorio potevano trovare l’habitat perfetto.

Il sottosuolo gallurese è di origine granitica e ricco di potassio. Questa peculiarità, combinata al maestrale che imperversa sul territorio e al clima temperato caldo, determina la nascita di un prodotto unico al mondo, che lo distingue dalla produzione ligure e toscana.

I comuni dove viene coltivato sono 21 e tra questi c’è Luogosanto.
Dal caratteristico colore giallo paglierino e dal profumo intenso e sottile, il sapore risulta morbido con retrogusto leggermente amarognolo, con sentori fruttati e floreali.

Le origini

L’arrivo di questo vitigno in Sardegna non è del tutto chiaro. Si presume sia arrivato dalla Spagna, con origini orientali. Diffuso in Corsica e poi nella nostra isola intorno al XV secolo.

Il Vermentino origina da sempre eccellenti vini bianchi. Tanto da ottenere il riconoscimento DOC nel 1975 e, unico vino sardo, il DOCG nel 1996.

Le uve usate per produrre il Vermentino di Gallura DOCG, devono provenire esclusivamente dai territori dei comuni di Aggius, Aglientu, Arzachena, Badesi, Berchidda, Bortigiadas, Budoni, Calangianus, Golfo Aranci, Loiri Porto San Paolo, Luogosanto, Luras, Monti, Olbia, Oschiri, Palau, S. Antonio di Gallura, S. Teodoro, S. Teresa di Gallura, Telti, Tempio Pausania, Trinità d’Agultu e Viddalba.

È consentito l’uso del vitigno vermentino minimo al 95%. Per il restante 5%, vitigni non aromatici a bacca bianca idonei alla coltivazione in Sardegna.

Abbinamenti consigliati

Un ottimo vino ha bisogno di ottimi piatti!

Il Vermentino di Gallura DOCG si abbina alla perfezione con piatti a base di pesce, aragoste, ostriche e con specialità sarde come i tagliolini all’astice e alla bottarga di Carloforte. Altri piatti della tradizione ottimi da abbinare,sono la s’azzada, nome sardo dell’agliata al sugo preparata con la razza; il luvaro, dentice reale; l’anguilla incasada con il pecorino e la fregula con le arselle.

Il Vermentino di Gallura DOCG va servito freddo, 6° C ed è ideale sia durante l’aperitivo che durante la cena.